novembre 11, 2015

Giorgio Fasol: la collezione come forma simbolica

Una conversazione a tutto campo con uno dei più noti collezionisti italiani: il veronese Giorgio Fasol. Per capire cosa spinge, oggi, verso l’acquisizione di opere d’arte e per ripensare il ruolo del collezionista. Ecco la storia di Fasol, da quando, giovanissimo, voleva comprare un Morandi, a quando si è imbarcato nell’avventura del bizzarro acquisto – tutto immateriale – di un’opera di Tino Sehgal. Aspettando ArtVerona.

READ MORE ON ARTRIBUNE

Senza categoria
Share: / / /